MADONNA DI CAMPIGLIO – Dopo il Grostè nel weekend impianti aperti a Pinzolo, Folgarida e Marilleva

Pixabay Madonna di Campiglio

Sono aperti gli impianti di risalita della ski area di Madonna di Campiglio che tornano a girare dall’inizio di marzo quando la sin lì ottima stagione sciistica è stata bruscamente interrotta dall’emergenza Coronavirus. Dallo scorso weekend è infatti aperta la Cabinovia Grostè che porta i turisti fino al Rifugio Stoppani a 2500 metri di quota, una terrazza naturale per contemplare le dolomiti di Dolomiti di Brenta da dove partono tanti itinerari per il trekking e l’alpinismo. 

A partire dal 4 luglio poi la stagione entrerà nel vivo con l’apertura degli impianti per le attività estive anche nelle altre località. La cabinovia Panciana a Marilleva 1.400, la cabinovia Folgarida, le cabinovie Pradalago e 5 Laghi a Madonna di Campiglio e la telecabina Pinzolo – Prà Rodont.

La società impianti ha anche reso noto lo sconto del 15% sullo skipass stagionale per l’inverno 2020/2021 per tutti i possessori di stagionali che lo scorso anno hanno potuto goderlo solo parzialmente a causa della chiusura anticipata per le misure anti Covid-19.