Courmayeur, la montagna d’autunno tra trekking e foliage

Giacomo BUzio Courmayeur in autunno

L’autunno è uno dei periodi migliori per trascorrere qualche giorno in montagna.

A Courmayeur è ancora possibile praticare tante attività outdoor per godere le ultime giornate di sole impreziosite dai colori autunnali del foliage e delle prime spruzzate di neve sui picchi in quota.

Così potrete vivere da una nuova prospettiva e le fire in e-bike in Val Veny o esplorare  l’incontaminata Val Sapin. E ancora fare trekking ai piedi del Monte Bianco o passeggiare in Val Ferret

Per tutti quelli che non possono rinunciare al richiamo di una sfida, vi saranno delle challenge virtuali, disponibili attraverso tracce GPS, che permetteranno di ripercorrere i sentieri delle manifestazioni sportive più famose.

 

 

COURMAYEUR – Il ghiacciaio Planpinceux rientra nei parametri di rischio e riapre la Val Ferret

La Val Ferret di Courmayeur ha riaperto al pubblico dopo che ne era stato inibito l’accesso a causa dell’instabilità del ghiacciaio Planpinceux. Ora la massa glaciale da 500.000 metri cubi a rischio crollo è tornata sotto controllo e così può continuare la stagione turistica in uno degli angoli più caratteristici e di valore naturalistico dell’area di Courmayeur.

“Le azioni preventive di Protezione Civile attuate si sono rese necessarie per garantire l’incolumità e la sicurezza delle persone e degli ospiti di Courmayeur – ha spiegato all’Ansa il sindaco Stefano Miserocchi  – L’evacuazione era necessaria e indifferibile poiché, nel quadro di rischio glaciologico paventato, le azioni di protezione civile sono impostate sulla previsione di rischio maggiore e quindi sull’eventuale rischio di caduta della porzione di ghiacciaio di 500mila metri cubi”.

Il primo cittadino è altresì conscio dei disagi anche economici arrecati a popolazione e turisti (una settantina di persone erano state evacuate) ma ha ribadito la necessità delle azioni intraprese per motivi di sicurezza.