Giro d’Italia 2021 tutte le tappe di montagna da Campo Felice allo Zoncolan

Passo Sella Foto di IndiraFoto da Pixabay

E’ stato svelato ieri il Giro d’Italia 2021. i migliori ciclisti del mondo si sfideranno su un percorso da 3450 km con partenza da Torino e arrivo a Milano. In mezzo, ovviamente tanta montagna che, come sempre, è decisiva per decretare vincitori e vinti della “Corsa in rosa”.

Si corre dall’8 al 30 maggio 2021 su 21 tappe dal nord al sud Italia e ritorno. La montagna inizia subito dal terzo giorno con la tappa Biella-Canale con le salite del Bric delle Forche (522 m), Castino (540 m) e Manera (625 m). Il giorno successivo ecco la Piacenza – Sestola, con il Castello dei Carpineti (780), il Montemolino (933), il Colle Passerino (1052) che precede l’arrivo a Sestola (1020 m).

Dopo un giorno “tranquillo” l montagna torna nella tappa numero 6 Grotte di Frasassi – Ascoli Piceno con la Forca di Gualdo (1496), Castelluccio (1452), Forca di Presta (1536), quindi Ascoli Piceno e la scalati fino a San Giacomo (1090), Quindi nella tappa 8 ancora un po’ di montagna con Bocca della Selva (1393) punto cruciale della Foggia-Guardia Sanframondi. Dopo Puglia e Campania ecco la tappa abruzzese Castel di Sangro – Campo Felice con il Passo Godi (1556), Forca Caruso (1107), Ovindoli (1378), il passaggio da Rocca di Mezzo e l’arrivo in salita a Campo Felice (1655).

Ancora montagna, ma più soft, si avrà poi nella “tappa del vino” Perugia-Montalcino, mentre più dura sarà la Siena – Bagno di Romagna, 209 km co i Passi della Consuma, della Calla e del Carnaio.

Il primo “tappone alpino” è in programma il 22 maggio con la scalata dello Zoncolan (1730 m) nella tappa Cittadella-Zoncolan. Quindi il 24 maggio, 16 esima tappa, ecco la Sacile – Cortina d’Ampezzo con La Crosetta (1118 m), il Passo Fedaia (2057 m), il Passo Pordoi (2239 m) e il Passo Giau (2233 m). Più soft la tappa Canazei – Sega di Ala, con partenza dalla Val di Fassa e due salite (Passo San Valentino 1315 m) e la salita finale da 148 a 1246 metri.

Ci si sposta quindi sulle Alpi Occidentali con la Abbiategrasso – Alpe di Mera in programma il 28 maggio con il Mottarone (1341 m), la Colma di Varallo (928 m), il passaggio da Scopello e l’Arrivo ai 1531 m dell’Alpe di Mera. Durissima anche l’ultimo tappa di Madesimo prima del gran finale a Milano. La Verbania – Valle Spluga – Alpe Motta con il Passo San Bernardino (2065) e Passo Spluga (2115) poi discesa a Campodolcino (1102 m) e arrivo a 1727 metri sull’Alpe Motta.