VAL DI TARO – Inizia la stagione dei porcini, dei tartufi e delle castagne

Luca Pezzani, porcini Val di Taro

L’autunno è la stagione clou dell’Alta Valtaro (Parma). La ricerca dei porcini, simbolo di questa terra, dei tartufi e delle castagne accompagna il foliage che rende ancora più pittoreschi i fitti boschi di latifoglie.

Anche chi non è un cercatore può godere delle prelibatezze dei boschi negli agriturismi, nei ristoranti e nelle trattorie dove gustare le ghiottonerie locali a base di funghi, tra cui il re indiscusso è il Porcino di Borgotaro Igp, Parmigiano di Montagna, tartufi e castagne.

Per chi vuole andare a funghi sono previste escursioni quotidiane (minimo due persone) proprio a caccia di porcini e castagne in compagnia di una guida ambientale all’interno di una riserva privata di 75000 metri quadrati.

I più sportivi possono invece esplorare queste vallate con l’ebike o la mountain bike lungo i tanti itinerari sui sentieri segnalati dal Cai o con visite guidate tra borghi, montagne e boschi.